domenica 24 febbraio 2008

Totò, Pierferdy e la Malapolitica














Oggi torniamo a parlare di un grandissimo amico di Pieferdy: Salvatore Cuffaro detto Totò Vasa Vasa. Vogliamo fare un riassuntino della sua ultime vicende giudiziare? E facciamolo!

Durante la sua prima presidenza alla Regione Siciliana Cuffaro è entrato, insieme ad altri, nel registro degli indagati per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa nell'ambito dell'inchiesta sui rapporti tra il clan di Brancaccio e ambienti della politica locale. Con gli elementi raccolti, gli inquirenti ritengono che, attraverso l'intermediario Miceli (precedentemente assessore UDC al Comune di Palermo, legato a Cuffaro) e grazie alle talpe presenti nella Direzione distrettuale antimafia di Palermo, Cuffaro abbia informato Giuseppe Guttadauro, boss mafioso ma anche collega medico di Miceli all'Ospedale Civico di Palermo, e Michele Aiello, il più importante imprenditore siciliano, indagato per associazione mafiosa, di notizie riservate legate alle indagini in corso che li vede coinvolti. Nel settembre del 2005, Cuffaro per questi fatti, negati dall'interessato, è stato rinviato a giudizio per favoreggiamento aggravato alla Mafia e rivelazione di notizie coperte da segreto istruttorio, mentre non è stata accolta l'accusa di concorso esterno. Secondo il GUP è accertato che abbia fornito all'imprenditore Aiello informazioni fondamentali per sviare le indagini, grazie a una fonte non ancora nota, incontrandolo da solo in circostanze sospette, riferendo che le due talpe che gli fornivano informazioni sulle indagini che lo riguardavano erano state scoperte. Nell'incontro, anche una discussione riguardante l'approvazione del tariffario regionale da applicarsi alle società di diagnosi medica posseduta dall'imprenditore. Aiello ha ammesso entrambi i fatti, Cuffaro afferma soltanto che si sia discusso delle tariffe. Il GUP ipotizza inoltre che il mafioso Guttadauro sia venuto a conoscenza da Cuffaro delle microspie, in funzione del suo rapporto con Aiello, sempre per via del contatto con i due marescialli corrotti, in servizio ai nuclei di polizia giudiziaria della Procura di Palermo, uno dei quali è stato l'autore del piazzamento delle microspie. Secondo una perizia ordinata dal tribunale nel corso del processo a Miceli, nei momenti in cui si è scoperta a casa di Guttadauro la microspia, sarebbero state confermate le testimonianze secondo le quali la moglie del boss mafioso ha dato merito a Totò Cuffaro del ritrovamento.

Nel dicembre 2006, Miceli è stato condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa.

Il 15 ottobre 2007 il procuratore aggiunto del processo a Cuffaro Giuseppe Pignatone ha chiesto 8 anni di reclusione per l'attuale Presidente della Regione Sicilia, per quanto riguarda i seguenti capi d'imputazione:

1. favoreggiamento a Cosa Nostra
2. rivelazione di notizie riservate

Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le 'talpe' alla Dda di Palermo e condannato a 5 anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici. La Corte non lo ha ritenuto responsabile di aver favorito l'organizzazione mafiosa. (Per ulteriori informazioni andate qui).

Ah, tra le altre cose Cuffaro è stato testimone di nozze insieme a Clemente Mastella di un altro importantissimo esponente di Cosa Nostra, Francesco Campanella, già Segretario Nazionale dei giovani dell'Uedur e noto per aver agevolato la latitanza di Bernando Provenzano falsificandone i documenti.

Bene, fino a qui un curriculum di tutto rispetto, voi che dite? E proprio per i meriti che Totò ha ottenuto in campo è quasi certo che Pierferdy nominerà Cuffaro come capolista in Sicilia per le prossime elezioni legislative. Le assurde leggi italiane infatti impediscono a Cuffaro di essere eletto in qualsiasi assemblea legislativa locale, ma non nel parlamento nazionale. Inoltre l'altrettanto legge elettorale attualmente in vigore, il famoso Porcellum di Calderoli, non consente all'elettore di scegliere il candidato. Per cui, CARO AMICO SICILIANO CHE HAI INTENZIONE DI VOTARE PER L'UDC, RICORDATI CHE IL TUO VOTO ANDRÀ DIRETTAMENTE A CUFFARO, ANCHE SE QUESTA NON È LA TUA VOLONTÀ!!! TU PENSI DI VOTARE PIERFERDY ED INVECE ELEGGI TOTÒ!!! SEI PROPRIO SICURO DI VOLERLO MANDARE IN PARLAMENTO???

Per concludere vi lasciamo con quest'intervento di Travaglio che stoicamente e nonostante i tentativi di ostruzionismo posti in essere dagli ospiti di Anno Zero (che vergogna Emma Bonino!), ci fa una sintesi di tutto quello di cui stiamo parlando (peccato che ad un certo punto sbaglia la coniugazione del verbo apprendere, ma noi lo perdoniamo, eccome se lo perdoniamo!).


5 commenti:

Anonimo ha detto...

E' una barzelletta l'italia: una persona condannata, Come cuffaro, rischia non solo di non essere punita ma di sedere in Parlamento!!

Mi chiedo se gli atenti presenti all'esterno del parlamento sono pagati per non arrestare personaggi del genere (probabilmente dovrebbero mettere dentro 3/4 dei parlamentari)

DarioG ha detto...

Anche a me ha dato particolarmente fastidio "l'ostruzionismo" della Bonino. Con tutto che... i radicali non mi sono neanche mai stati così simpatici! Però almeno avevano dei pregi...

Danx ha detto...

Che educazione quei due politici: parlare mentre un altro sta già parlando.
MERDE
W TRAVAGLIO

Anonimo ha detto...

IO FARò UNA RIFLESSIONE PIù DURA. IL 25 APRILE è LA FESTA DELLA LIBERTà DI UNA NAZIONE OTTENUTA PER MERITO DI CHI HA COMBATTUTO CON ONORE PER ESSA E PER TUTTI QUANTI (ANCHE PER CHI NN SE LA MERITAVA). IL 25 APRILE E’ LA FESTA DEGLI ITALIANI CHE SANNO RACCOGLIERE QUESTA EREDITA’ E FARLA RIVIVERE OGNI GIORNO. QUESTA FESTA NON è PER I MAFIOSI, QUESTA FESTA NON è PER I LADI, QUESTA FESTA NON è PER CHI VOTA BERLUSCONI IN MALAFEDE, QUESTA FESTA NON è PER GLI EVASORI, QUESTA FESTA NON è PER GLI SFRUTTATORI, QUESTA FESTA NON è PER I SERVI. INSOMMA, QUESTA FESTA NON è PROPRIO (PURTROPPO) LA FESTA DI TUTTI GLI ITALIANI.

Vedere film online ha detto...

Ma la cosa interessante sono i tempi di risposta della giustizia italiana ad oggi ancora nulla di certo dopo mesi di istruttoria :(